Masterchef Italia 9 giovedì 6 febbraio: gli eliminati (Spoiler)

masterchef italia 6 febbraio

Masterchef Italia 9 puntate di giovedì 6 febbraio, tutte le anticipazioni e l’eliminato in diretta

Masterchef sfida Sanremo con gli anni’80 e 10 critici gastronomici

La gara di Masterchef Italia non conosce soste e non si ferma davanti a nulla, nemmeno a Sanremo e come da tradizione nei suoi 9 anni di vita, le due puntate vanno in onda giovedì 6 febbraio su Sky Uno dalle 21:15 canale 108, digitale terrestre canale 455 in streaming su Now Tv, visibile su Sky Go, su smartphone, tablet e PC, anche in viaggio nei Paesi dell’Unione Europea, tanto per gli amanti della musica è poi sempre disponibile on demand.


Dopo l’uscita di Annamaria (qui l’intervista, qui l’elenco dei concorrenti) sono rimasti in 11 a sfidarsi per convincere i giudici Antonino Cannavacciuolo, Giorgio Locatelli e Bruno Barbieri. 

Masterchef Italia 9 gli eliminati di giovedì 6 febbraio: Milenys e Giada

I concorrenti si trovano davanti una Mystery Box al..cioccolato. Ma a MasterChef niente è come sembra e con un martello rompono la scatola e dentro trovano elementi salati: prova di pasticceria con ingredienti salati. A spiegarla Vincenzo Santoro della pasticceria Martesana famoso per i capricci salati. In pratica sono pasticcini salati modello mignon usano tecniche dolci per il salato. I tre migliori sono Marisa, Antonio e Luciano, vince Luciano che avrà un vantaggio nell’Inventino Test.

Il tema è la carne con Henrique Fogaça giudice di MasterChef Brasile ed esperto della materia. Henrique Fogaça mostra un taglio del manzo e Luciano lo assegna a ciascun cuoco amatoriale, dovranno rifarlo e cucinare una salsa ideale per accompagnare il taglio di carne. Il primo taglio è la picanha (tradizionale per il barbecue); coxao mole il secondo; coxao duro; Patinho buono per l’hamburger.

La picanha va a Marisa, Vincenzo e Antonio; coxao mole per Niccolò, Francesca e Davide; il duro per Maria Teresa, Luciano e Milenys; Patinho per Giulia e Giada. Ora dovranno tagliare il pezzo e cucinare la salsa.

Il migliore è Vincenzo, capitano della sua squadra. I peggiori, in una prova molto più complicata del previsto “a voi piace tirare la pasta, creare, sbizzarrirvi, ma la carne è la base” dice Locatelli, e i peggiori sono Marisa, Milenys, Luciano, Giada, Maria Teresa. Il piatto peggiore é di Milenys che deve lasciare la Masterclass.

Vincenzo sceglie il blu e la squadra con cui ha vinto: Marisa, Davide, Luciano e Niccolò. Ingrosso decidono per Francesca capitano che si è proposta per mostrare grinta e coraggio. Ma le brigate devono essere da 4 elementi e ciascun capitano deve eliminare qualcuno. Vincenzo elimina Niccolò, Francesca lascia Giada, i due vanno al pressure test. Ora entrano 10 critici. Tutto si sposta all’ Emporio Armani Ristorante e al centro della prova ci sono gli anni ’80. Ogni capitano sceglie una portata e la assegna a un componente della squadra. Ogni piatto riceverà un voto dei critici.

Si torna nella Masterclass per sapere chi ha vinto. 95 a 75 sono i punteggi ottenuti dalle due squadre, a vincere è la squadra Rossa. Il carpaccio di Giulia è stato il piatto migliore.

Vincenzo, Luciano, Marisa e Davide raggiungono al pressure Giada e Niccolò. Un piatto della cucina Thailandese, il patTai, un burrito messicano e il Fish and Chips inglese sono i tre piatti che dovranno rielaborare con creatività. Sarà Francesca ad assegnare le coppie e i piatti: Fish and Chips per Luciano e Davide; burrito per Giada e Niccolò; patai per Marisa e Vincenzo. Chi perde continua a cucinare.

Tra Davide e Luciano si salva Luciano. Tra Vincenzo e Marisa si salva Marisa. Tra Niccolò e Giada si salva Niccolò.

Davide, Giada e Vincenzo dovranno scegliere uno tra nove barattoli con dentro delle parti poco nobili del manzo. L’eliminata è Giada.

Le anticipazioni di giovedì 6 febbraio

La prima puntata si apre con la classica Mystery Box, che vedrà in questa puntata la presenza di Vincenzo Santoro, pastry Chef della Pasticceria La Martesana di Milano, che, con i suoi “capricci”, ha espresso un personale concetto di pasticceria salata. Davanti ad una prova complessa che richiederà molta precisione, solo chi saprà avvicinarsi di più alle idee proposte da Santoro avrà un vantaggio nel successivo Invention Test, che in questa puntata approfondirà il tema delle diverse tipologie di tagli di carne. A illustrare l’antica e preziosa arte di macelleria, in una sfida difficile e ricca di tecnicismi, un ospite d’eccezione, Henrique Fogaça, giudice di MasterChef Brasile e massimo esperto in materia.

Nella seconda puntata i cuochi amatoriali avranno l’onore di varcare le porte della cucina del prestigioso Emporio Armani Ristorante che, per l’occasione, ospiterà dei commensali d’eccellenza: dieci tra i critici più temuti e stimati d’Italia.

Tema della prova, gli indimenticabili anni ’80: scanzonati, colorati, incoscienti. Epoca di contrasti, amata da alcuni e odiata da altri, è stato il periodo in cui Giorgio Armani, signore indiscusso della moda, ha reso grande l’Italia nel mondo. Il compito delle brigate sarà proprio quello di conquistare i palati esigenti dei critici commensali, presentando un menù degno della balconata di MasterChef. Per coloro che non avranno soddisfatto le aspettative della stampa, come sempre, toccherà l’ardua sfida del Pressure Test. 

Masterchef Magazine

Dal lunedì al venerdì alle 19:50 su Sky Uno c’è la striscia Masterchef Magazine che unisce il racconto degli aspiranti chef con la cucina dei giudici e di alcuni ospiti come la simpatica Anna Martelli, in gara nella scorsa edizione, o importanti chef come Terry Giacomello, Gianpaolo Raschi, Daniele Usai, e come Marco Sacco con la sua rubrica “Dalla Strada Alle Stelle”.

Anche questa edizione di MasterChef sceglie di essere plastic free ed eco-friendly promuovendo il consumo consapevole ed ecosostenibile, rispettando il Pianeta e non sprecando risorse alimentari. Tutti i prodotti di consumo legati al cibo (piatti, bicchieri, posate, vassoi, tovaglioli) sono di natura compostabile ed ecosostenibile, per un consumo di plastica ormai ridottissimo come già nell’ottava edizione, pari al – 75% e a 800 kg di plastica utilizzata in meno rispetto alle edizioni precedenti.

Accanto al rispetto per l’ambiente, MasterChef da sempre si impegna anche nella lotta contro gli sprechi e la gran parte degli alimenti non impiegati per le prove è stata donata all’Opera Cardinal Ferrari Onlus di Milano. Il programma si è avvalso della preziosa collaborazione di Last Minute Market, la società spin-off dell’Università di Bologna impegnata sul fronte della riduzione degli sprechi e della prevenzione dei rifiuti da oltre 10 anni

loading...